Interessanti novità relative al popolare gioco Pokémon GO per iOS ed Android: Niantic ha spiegato ufficialmente i motivi del blocco di PokéVision

pokemon_go_street_td

Niantic – la software house sviluppatrice di Pokémon GO – ha giustificato il blocco a causa dell’elevatissimo traffico che PokéVision generava verso i server di proprietà della stessa software house: ricordiamo – infatti – che Pokévision permetteva la localizzazione in real-time dei Pokémon proprio grazie alle API Niantic, le quali estraevano dai server proprietari le informazioni necessarie. Per avallare la giustificazione, è stato pubblicato nel medesimo comunicato un eloquente grafico, che mostra la generazione di traffico verso i propri server prima e dopo il blocco dell’accesso ai servizi terzi (come Pokévision, per l’appunto). Oltre ciò, Niantic ha affermato di aver voluto adottare questa soluzione anche per arginare il fenomeno dei BOT, che permettevano di salire di livello in modo estremamente rapido. Oltre a ciò, il team di sviluppo ha voluto porre enfasi che il “fenomeno PokéVision” ha causato il dirottamento di energie dallo sviluppo di nuove features verso il potenziamento dei propri server e il delay di rilascio del gioco in alcuni Paesi come l’America del Sud.

niantic_grafico_td

[Via]